Bouledogue Francese
Ecco il VIDEOCORSO PER DIVENTARE I LEADER DEI NOSTRI CANI (Durata 3 ore e 40 minuti).
Come diventare i LEADER dei nostri cani? Grande Novità!! VIDEOCORSO PER DIVENTARE I LEADER DEI NOSTRI CANI (Durata 3 ore e 40 minuti). (Indispensabile per capire come rapportarci con i nostri cani, usando SOLO e SEMPRE la LEADERSHIP e MAI la dominanza! Utile per i proprietari di cani di qualsiasi taglia, sia ... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
<span style="color: rgb(34, 34, 34); font-family: arial, helvetica, sans-serif;">Ecco il VIDEOCORSO PER DIVENTARE I LEADER DEI NOSTRI CANI (Durata 3 ore e 40 minuti).</span>
RAZZE CANINE
Bouledogue Francese
Il Bouledogue Francese è una razza canina che malgrado il nome, proviene dall'Inghilterra.
 
Durante la rivoluzione industriale, le addette alla lavorazione del pizzo introdussero l'abitudine di tenere un cane da compagnia per migliorare la qualità della vita. All'inizio la scelta ricadde sul bulldog inglese nano. Questo fu incrociato con il carlino e il terrier. Quando le produttrici di pizzo emigrarono in Francia, portarono con sé i loro piccoli amici che conquistarono Parigi. La loro popolarità si consolidò nel giro di poco tempo e ricche famiglie americane iniziarono ad allevarli in patria.
 
Il cane è di piccola taglia a pelo raso, dal muso corto. Il tronco è armonico rispetto all’insieme. Di giusta larghezza. L’addome deve essere rilevato all’indietro verso i reni, il dorso largo e muscoloso. La testa è di forma quadrata, molto larga e forte, il cranio quasi piatto con guancia avente i muscoli ben sviluppati. Il tartufo è largo, di colore nero.  Le orecchie sono di media grandezza, larghe alla base e arrotondate alla cima. Portate erette sulla testa, dette “a pipistrello”. Il portamento delle orecchie è una delle particolarità principali che contraddistingue la razza. La coda è corta, attaccata in basso. La sua forma è detta a “bottone”. Il pelo è di uguale lunghezza in tutto il corpo; sempre liscio, abbondante e corto.
Può essere di colore tigrato detto “bringèe” e il bianco con chiazze tigrate detto “caille”.