1/2 Dicembre 2018 a TORINO: Corso Base e Stage di Educazione alla Cinofilia Naturale!!
Sabato 1 e Domenica 2 Dicembre 2018   Corso Base e 6° STAGE di 2 giorni di Educazione alla CINOFILIA NATURALE Organizzato presso il Golf Club - Royal Park "I Roveri" Rotta Cerbiatta 24 - Fiano (TO) dall’ Istituto di Cinofilia Naturale FICG con la possibilità d... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO »
<span style="font-family: arial, helvetica, sans-serif; color: #000000; font-size: 10pt">1/2 Dicembre 2018 a TORINO: Corso Base e Stage di Educazione alla Cinofilia Naturale!!</span>
NEWS
 

Molto apprezzato a Cuneo il Prof. Kurt Kotrschal! Presenti anche vari personaggi di prestigio.

Si è svolto in un clima di grande entusiasmo il meeting di Cuneo con il Prof. Dr. Kurt Kotrschal, scienziato austriaco di fama mondiale, professore ordinario presso il Dipartimento di Biologia Comportamentale dell’Università di Vienna, considerato il successore di Konrad Lorenz (tanto da essere l’attuale direttore del Centro di Ricerca Konrad Lorenz di Grunau) e innanzitutto il fondatore del Wolf Science Center di Ernstbrunn in Austria, dove studia il comportamento di 6 branchi di lupi da lui allevati e provenienti dall’Europa, America, Canada e Russia.

Vinci Tu Sui Problemi della Tua Vita!
Per restare sempre in forma a qualsiasi età
 
Dotato di grande simpatia, nella prima parte dello stage ha raccontato ad un pubblico molto attento le origini del lupo e il modo in cui il lupo e l’uomo si siano incontrati, ha spiegato che questo animale è sempre stato presente nella storia degli esseri umani e che senza di lui oggi non potremmo goderci la presenza del cane, diventato ormai un insostituibile compagno di tante famiglie. Nella seconda parte si sono approfondite altre tematiche molto interessanti, quali ad esempio il modo in cui l’uomo moderno abbia trasformato il suo cane e quanto spesso sia poco attento alle sue esigenze di animale. Sentir spiegare dal Prof. Kotrschal che il cane debba essere portato al guinzaglio utilizzando il collare e non le moderne pettorine e che non tutti i cani sono idonei per uscire in passeggiata con il loro padrone, tanto da essere preferibile lasciarli a casa tranquilli, ha dato al meeting un senso di piacevole ritorno al passato, quando il cane era ancora un animale utile all’uomo e il suo padrone meno rivolto ad una cinofilia come quella moderna, fatta di tanta teoria ma di poco senso pratico.
 
Il lupo è un tema ormai di grande attualità, si cercano soluzioni efficaci che possano permettere al predatore di riprodursi nelle nostre montagne per la sua incontestabile utilità all’ecosistema, così come di poter convivere al meglio con chi in montagna ci lavora allevando il proprio bestiame e spesso subisce danni non indifferenti. Conoscerlo meglio non guasta mai, tant’è che anche alcuni prestigiosi personaggi della Pubblica Amministrazione si sono uniti ai regolari partecipanti giunti fino a Cuneo per ascoltare la lezione del Prof. Kurt Kotrschal, arrivato da Vienna per l’occasione.
 
A questo importante meeting, organizzato dal Centro di Cinofilia Naturale della Federazione Italiana Cani da Guardia, erano presenti l’On. Chiara Gribaudo, deputato del Parlamento, il Dott. Alfredo Monaco (con la sua assistente Elisa Bevilacqua, giornalista), consigliere della Regione Piemonte, il Senatore Natale Carlotto, storico rappresentante della Coldiretti di Cuneo, Gianfranco Falco ex presidente e direttore della Confederazione Italiana Agricoltura di Cuneo e Lido Riba, presidente dell’UNCEM Piemonte, Unione Nazionale Comuni Comunità Enti Montani. Non per ultimo l’amico Dott. Paolo Sceusa, magistrato che, dopo essersi avvicinato ai miei cani da pastore per motivi di protezione familiare, oggi è ormai diventato uno dei più assidui frequentatori delle iniziative organizzate dalla nostra Federazione Italiana Cani da Guardia, alla quale offre da tempo un puntuale ed interessante contributo informativo GRATUITO su quanto concerne la parte legale.
 
Molto gradita è stata la partecipazione di alcuni studenti universitari delle facoltà di biologia, veterinaria ed agraria, così come di alcuni insegnanti, veterinari professionisti e cinofili, arrivati da varie parti d’Italia per ascoltare l’interessante esposizione del professore.

Per l’ottima riuscita del meeting è stata fondamentale la collaborazione di Osvaldo Bellino, giornalista, direttore della rivista online
www.terraoggi.it e della testata giornalistica “L’imprenditore Agricolo”. Da non dimenticare l’efficiente servizio di interpretariato offerto dalla Sig.ra Martina Frasson, guida turistica, poiché senza la traduzione dal tedesco all’italiano delle teorie del Prof. Kurt Kotrschal, molti di noi non avrebbero capito una sola parola..!
 
Di indubbia utilità è anche stata la visita del Prof. Kotrschal al mio allevamento e lusinghieri si sono manifestati i suoi apprezzamenti sul lavoro di selezione che svolgo da anni con i miei cani da pastore dell’Asia centrale. Ad un certo punto mi ha guardato con questo suo fare austero di veterano docente universitario e mi ha detto in inglese: “Mi raccomando non fare mai consanguineità troppo strette con i tuoi cani per uniformare la loro morfologia, diversamente in pochi anni perderai tutto quanto hai costruito fino ad oggi!”. Per me non è nulla di nuovo ma è stata una grande soddisfazione sentirmelo dire da uno come lui che i lupi ed i cani li studia ogni giorno da molti anni. Ha poi aggiunto: “Sono molto curioso di conoscere i risultati della tua prossima ricerca sui cani e sui lupi dell’Himalaya, teniamoci in contatto”. Ha anche preso tre dei miei libri che si farà tradurre da alcuni studenti italiani del suo campus universitario in Austria e mi ha salutato augurandomi: “Buon lavoro per quanto state facendo nelle vostre montagne a favore della convivenza fra i lupi ed i pastori, credo che presto raccoglierete i frutti desiderati”. Anche se, a dire il vero, ...qualcuno di questi frutti lo stiamo già raccogliendo!