1/2 Dicembre 2018 a TORINO: Corso Base e Stage di Educazione alla Cinofilia Naturale!!
Sabato 1 e Domenica 2 Dicembre 2018   Corso Base e 6° STAGE di 2 giorni di Educazione alla CINOFILIA NATURALE Organizzato presso il Golf Club - Royal Park "I Roveri" Rotta Cerbiatta 24 - Fiano (TO) dall’ Istituto di Cinofilia Naturale FICG con la possibilità d... CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO ยป
<span style="font-family: arial, helvetica, sans-serif; color: #000000; font-size: 10pt">1/2 Dicembre 2018 a TORINO: Corso Base e Stage di Educazione alla Cinofilia Naturale!!</span>
CULTURA CINOFILA

Le aggressioni dei cani

Quando un cane morde il suo padrone non è mai colpa del cane, bensì del suo padrone!
Non esiste un cane che si svegli al mattino con l’idea di aggredire la stessa persona che gli ha fornito il cibo, fino a quel momento, per la sua sopravvivenza, a meno che non lo consideri pericoloso per la sua sopravvivenza. Allo stesso modo non esistono animali che possano impazzire improvvisamente (come alcuni invece sostengono).
 
Per il cane, mordere è un comportamento assolutamente naturale (lo impara fin dai primi giorni di vita) e lo mette in atto principalmente in 3 casi: per difendersi dai soggetti che reputa pericolosi alla sua sopravvivenza, se altri membri del branco di rango inferiore non accettano di sottomettersi oppure per predare. In Natura, quando un animale si accorge che la sua convivenza col branco sta diventando svantaggiosa, si allontana per cercare un ambiente più consono alle sue esigenze (cosa che il cane, vivendo recluso nel giardino o nell’appartamento del suo padrone, non può fare), oppure reagisce per ristabilire quell’equilibrio di cui ha bisogno per la sua sicurezza.
Con quelli a cui riconosce invece la giusta leadership ha sempre molto interesse di instaurare un ottimo rapporto dal quale trarre benefici. Qualsiasi componente della famiglia, anche un bambino di pochi anni, può risultare un leader per il  suo cane e quindi essere dispensato da qualsiasi aggressione, è necessario però che si rispettino alcune regole.
Il cane considera membri del suo branco solo i soggetti della sua specie che si rendono utili all’approvvigionamento del cibo necessario alla sopravvivenza o idonei alla riproduzione. 
 
I componenti di una famiglia possono rappresentare il branco per il cane che vive in casa?
Certamente no!! (Anche se la cinofilia moderna fa di tutto per sostenere il contrario).
Nessuno dei famigliari, essendo un essere umano, può appartenere alla sua specie, né tantomeno risultare idoneo a riprodursi con lui. L’unica caratteristica dell’uomo che può risultare in parte simile a quella di un membro del suo branco è che ogni giorno gli offre il cibo necessario alla sua sopravvivenza (cosa non da poco per un animale che vive volentieri di parassitismo). Ed è solo per questo che lui accetta di vivere al nostro fianco: per soddisfare un suo “bisogno”.
 
Esiste però un’altra condizione che dev’essere soddisfatta dall’uomo, affinché un cane lo possa considerare il suo LEADER e quindi provare interesse a instaurare una buona convivenza priva di aggressioni: la fiducia! Per non risultare mordace è necessario che il cane SI FIDI SEMPRE del suo padrone,  tanto da non considerarlo MAI un soggetto pericoloso per la sua sopravvivenza.
 
Se nella convivenza col nostro cane noi non sapremo diventare dei suoi LEADER o, peggio ancora, ci dimostreremo dei soggetti potenzialmente pericolosi per la sua sopravvivenza, è facile che, prima o poi, il cane ci aggredirà con lo scopo di allontanarci.
 
Il segreto per instaurare un buon rapporto con il proprio cane è capire come fare per diventare i suoi LEADER e mai manifestarsi pericolosi per la sua sopravvivenza.
 
In questo caso, un qualsiasi cane, indipendentemente dalla razza di appartenenza, sarà ben felice di vivere un ottimo rapporto con la famiglia che lo ha adottato escludendo totalmente qualsiasi possibilità di aggressione.


 

CORSI E STAGE IN TUTTA ITALIA
con data a scelta dei partecipanti!!
Educazione alla
CINOFILIA NATURALE

con esami per ottenere la qualifica di

Educatore di Cinofilia Naturale



















Consulenti cinofili, Educazione cinofila, Addestramento, Educatori Cinofili, Addestratori , Consulenza Cinofilia: Cuneo, Verbania, Alessandria, Asti, Biella, Novara, Torino, Vercelli, Aosta, La Spezia, Genova, Imperia, Savona, Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Lecco, Lodi, Mantova, Milano, Sondrio, Varese, Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona, Vicenza, Gorizia, Pordenone, Trieste, Udine, Bolzano Alto Adige, Trento, Bologna, Ferrara, Forlì Cesena, Modena, Parma, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini, Arezzo, Firenze, Grosseto, Livorno, Lucca, Massa Carrara, Pisa, Pistoia, Prato, Siena, Perugia, Terni, Ancona, Ascoli Piceno, Macerata, Pesaro Urbino, L'Aquila, Chieti, Pescara, Teramo, Campobasso, Isernia, Frosinone, Latina, Rieti, Roma, Viterbo, Avellino, Benevento, Caserta, Napoli, Salerno, Matera, Potenza, Bari, Brindisi, Foggia, Lecce, Taranto, Catanzaro, Cosenza, Crotone, Reggio Calabria, Vibo Valentia, Agrigento, Caltanissetta, Catania, Enna, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa, Trapani, Cagliari, Nuoro, Oristano, Sassari. Consulenti cinofili, Educazione cinofila, Addestramento, Educatori Cinofili, Addestratori , Consulenza Cinofilia Valle d’Aosta, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Lazio, Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna, San Marino.